DALLA TURCHIA OLTRE 3000 POLIZIOTTI E ADDETTI ALLA SICUREZZA PER QATAR 2022

56

Al fine di garantire la sicurezza della Coppa del Mondo FIFA, che si terrà in Qatar tra circa cinque mesi, almeno 3250 dipendenti della Direzione generale della sicurezza (EGM) lavoreranno in Qatar. È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il protocollo che descrive le responsabilità e le autorità del personale da inviare dalla Turchia. 

Sono state annunciate le responsabilità e le autorità del personale che sarà inviato in Qatar dall’EGM al fine di garantire la sicurezza dell’organizzazione della Coppa del Mondo in Qatar.

Nell’ambito del protocollo firmato il 7 dicembre 2021 dai due Paesi a Doha, capitale del Qatar, saranno inviati almeno 3250 poliziotti, di cui 3mila antisommossa e 100 addetti alle operazioni speciali. Il numero del personale sarà aumentato se richiesto dal governo Qatarino. Tutte le spese del personale inviato, compreso il trasporto, saranno a carico dello Stato del Qatar. Le armi e le altre munizioni che saranno utilizzate dal personale saranno assegnate dalla Turchia dandone preventiva comunicazione al Qatar. Il costo del trasporto dell’attrezzatura sarà coperto interamente dal Qatar.

Il personale di sicurezza che lavorerà in Qatar sarà responsabile nei confronti dei superiori turchi che si trovano a Doha. Qualsiasi risarcimento che dovesse verificarsi nei confronti di terzi durante il suo dovere sarà responsabilità della parte qatarina. Sono state segnalate le trattative tra le due parti per la soluzione dei disaccordi che potrebbero sorgere nel protocollo.

La “Lettera di intenti sulla cooperazione nella realizzazione di organizzazioni su larga scala”, firmata tra le due parti il ​​31 ottobre 2019 e che consente al personale EGM di lavorare in Qatar, continuerà per cinque anni a meno che una delle parti non la termini. La Coppa del Mondo in Qatar si svolgerà dal 21 novembre al 18 dicembre 2022.

SHARE