LE PAGELLE DI MILAN-LAZIO. VINCE PIOLI, MA CHE ERRORI NEI CAMBI DI INZAGHI

886

La Scala del Calcio tristemente vuota, consegna l’ultima vittoria del 2020 al Milan. Andato in vantaggio per 2-0, viene raggiunto grazie ad un’ottima reazione degli uomini di Inzaghi. Quest’ultimo sbaglia tutti i cambi nella ripresa e al 93° su errore di valutazione di Luis Alberto, Hernandez segna il gol vittoria che permette ai rossoneri di restare primi in classifica.

LE PAGELLE DI MILAN-LAZIO 3-2 : 

REINA 6,5 : Incassa 3 gol nonostante un miracolo all’86°.

PATRIC 5 : Un’erroraccio al 5° spalanca la strada a Krunic, che spara alto. La sua solita entrata scoordinata su Rebic, fa generare il rigore trasformato da Calhanoglu. Certe scivolate in area di rigore neanche al Commodore64.

LUIZ FELIPE 6 : Con l’assenza di Acerbi, gioca centrale di difesa. Inizia bene, ma poi lascia troppi spazi liberi all’interpretazione rossonera. Buono sulle proposizioni in avanti. Escalante viene messo in gioco dai suoi movimenti. Prende possesso del reparto piano piano, ma quando sa come muoversi, non passa più nessuno. Reattivo al 91° mettendo in angolo una palla velenosissima.

RADU 5,5 : Controbatte la pressione rossonera andando in attacco e mettendo in gioco Marusic e Luis Alberto. Capisce che deve dare una mano al reparto sacrificando la parte avanzata. Si intestardisce su alcune giocate troppo leziose, tutte vicine all’area di rigore.

LAZZARI 5,5 : Mette in moto Milinkovic e viceversa. Cerca di saltare l’uomo ma i suoi cross diventano troppo prevedibili e leziosi. Meglio sulle giocate in contropiede.

MILINKOVIC 6 : Sicuramente è in crescita rispetto alle ultime uscite. Fa sostanza in mezzo al campo, un po troppo lento. Bene i movimenti di reparto, un po meno quelli offensivi. La sua uscita si è fatta sentire, le palle alte non le prende più nessuno

ESCALANTE 5,5 : L’ottima prova contro il Napoli, lo porta ad essere titolare anche contro il Milan complice l’assenza di Leiva. Oggi tanti movimenti, ma impalpabile. Fa un fallo su Hernandez ingenuo che gli costa l’ammonizione. Ridimensionato

LUIS ALBERTO 6,5 : Reattivo sulla respinta di Donnarumma al calcio di rigore di immobile. Insacca di testa per il secondo gol consecutivo dopo Napoli. Tante giocate di sostanza in mezzo al campo. Viene marcato puntualmente da 2 avversari ma riesce il più delle volte a smarcarsi con eleganza. Sa di stare bene, ma al 69° pecca di egoismo tirando in porta e non vedendo Muriqi libero sulla destra. Si fa superare da Hernandez al 93° mettendo un gosso neo alla sua prestazione.

MARUSIC 5,5 : Si fa superare da Rebic da calcio d’angolo che insacca Reina di testa. Due minuti dopo rischia di pareggiare su assist di Luis Alberto, ma tiro troppo strozzato. Buona la collaborazione con Luis Alberto ne con tutto il reparto offensivo. Non riesce mai a saltare l’uomo e scarica verso i compagni con paura, perdendo palloni interessanti.

CORREA 5,5 : Gioca o non gioca? Qualche dubbio durante il riscaldamento ma alla fin si prende il posto da titolare in extremis su Caicedo. Perde una palla incredibile a centrocampo che permette al Milan di ripartire nell’azione che genera il calcio di rigore per i rossoneri. Si sveglia al 25° quando i suoi stanno sotto già 2-0, con un’unica azione prende calcio d’angolo e successivo calcio di rigore sbagliato da Immobile, ma insaccato da Luis Alberto. Esce anzitempo per infortunio, un’errore rischiarlo dall’inizio.

IMMOBILE 7 : Fa notizia l’errore dal dischetto per la Scarpa D’Oro. Non sbagliava dal dischetto in campionato dal 9 Dicembre del 2019. Tanta grinta che però si scontra col nulla di fatto. Ci si mette anche Di Bello che gli nega il penalty al termine del PT nettissimo, non visto neanche da Irrati al VAR. Che collaborazione con Muriqi al 60°, gioco di sponda e gol nr 178 in Campionato per il Ciro nazionale.

MURIQI 6 : Prende il posto di Correa uscito per infortunio. Ci mette il fisico e la sua velocità alla ricerca del miglior Immobile di giornata. Al 50° cicca clamorosamente una palla da solo davanti a Donnarumma. Le sue giocate di sponda permettono ad Immobile di liberarsi dell’avversario e al 60° arriva il tanto desiderato pareggio. Uscito Immobile si spegne piano piano. Errore di Inzaghi

CATALDI 6 : La sua entrata da velocità al gioco dei compagni. Col senno di poi le sue giocate meritavano più spazio, magari dall’inizio.

AKPA APRO 6 : Blocca le ripartenze del Milan, ma non ha la tecnica di Milinkovic. Ammonito, permette al Milan di sopravanzare in occasione del 3-2.

PEREIRA SV : Spazia da destra e sinistra con una semplicità incredibile. Un cambio che comunque non abbiamo capito.

HOEDT : SV

INZAGHI 5 : Sbaglia tutto quello che c’era da sbagliare. Dal mettere Correa dal 1° ai cambi effettuati. Toglie Immobile e Milinkovic e si spegne il gioco biancoceleste. Era riuscito a recuperare una partita complicatissima, ma i suoi errori fanno la differenza. Chiude il 2020 con una sonora sconfitta che rimette tutti con i piedi per terra. Sarebbe il caso di fare le giuste valutazioni per il futuro.

MILAM : Donnarumma 6,5; Calabria 7 (90+1 Dalot sv), Kalulu 6,5, Romagnoli 6,5, Hernández 9; Tonali 7, Krunić 6; Saelemaekers 6 (64′ Castillejo 5,5, 90+2 Maldini sv), Çalhanoğlu 6,5, Rebić 6; R. Leão 5,5 (79′ Hauge). Allenatore: Pioli 7.

SHARE