LIVERPOOL-REAL MADRID, LA PARTITISSIMA DELL’ANNO STA ARRIVANDO

87

La Francia e la regione della capitale Parigi ospiteranno la finale di UEFA Champions League di questo fine settimana tra Liverpool e Real Madrid (sabato) quando i due si affronteranno in uno scontro dei pesi massimi allo Stade de France nel remake dello scontro del Parc des Princes del 1981.

Il caro parigino Kylian Mbappé ha dominato la formazione finora dopo aver scelto di prolungare la sua permanenza con i giganti della Ligue 1 Paris Saint-Germain invece di unirsi ai Los Blancos dopo una mossa fallita la scorsa estate e un lungo processo di corteggiamento.

“Desidero ringraziare sinceramente il Real Madrid e il suo presidente Florentino Perez”, ha scritto la superstar francese sulla scia della sua scelta. “Riconosco la mia fortuna e il mio privilegio di essere stato voluto da un’istituzione del genere. Non dubito della loro delusione. È stata la più grande delle esitazioni. Sarò il loro primo tifoso per la finale di Champions League a Parigi, casa mia”.

Prima di tutto, però, prima di guardare indietro allo Stade de France e alle finali di Champions League giocate a Parigi, è importante non perdere di vista il fatto che questa edizione non doveva nemmeno svolgersi qui ed è avvolta nell’oscurità .

La sede originariamente prevista dalla UEFA era la Gazprom Arena, sede dello Zenit a San Pietroburgo, ma che ha dovuto essere spostata a seguito dell’invasione russa dell’Ucraina e della successiva guerra che ha visto anche Gazprom licenziato come uno dei principali sponsor della Champions League.

Emmanuel Macron, recentemente rieletto Presidente della Repubblica francese, ha svolto un ruolo chiave nel portare l’evento a Parigi poiché il resto d’Europa si è rapidamente mosso per isolare il più possibile la Russia dopo l’aggressione del Paese all’Ucraina.

La perdita della finale di Champions League non è stata l’unica conseguenza per il calcio russo con la squadra nazionale e le squadre nazionali escluse dalle competizioni internazionali e continentali, il che ha portato un’ondata di giocatori stranieri a lasciare il campionato russo e lasciare definitivamente l’Ucraina in semifinale.

Lo Stade de France non è estraneo a partite di calcio di alto profilo, avendo ospitato il successo dei Bleus nella Coppa del Mondo FIFA 1998 e due precedenti edizioni della finale di Champions League negli otto anni successivi.

Il Real ha vinto 3-0 contro i compagni spagnoli del Valencia CF nel 2000, mentre gli acerrimi rivali dell’FC Barcelona hanno trionfato sei anni dopo battendo l’Arsenal per 2-1 grazie ai gol di Samuel Eto’o e Juliano Belletti dopo che i Gunners erano in vantaggio con Sol Campbell nonostante l’inizio di Jens Lehmann cartellino rosso.

Questa non è la portata dell’associazione della regione di Parigi con l’UCL o la Coppa dei Campioni, tuttavia, con il Parc des Princes di casa del PSG, la sede precedente dei successi sia del Real che del Liverpool sulla fase continentale.

Nel 1981, i Reds hanno battuto i Blancos 1-0 grazie al gol nel finale di Alan Kennedy, mentre sei anni prima hanno visto il Bayern Monaco vincere 2-0 contro il Leeds United grazie alle reti di Franz Roth e Gerd Muller nel secondo tempo.

L’edizione del 1956 è stata un’annata particolarmente buona, con il Real che ha battuto 4-3 lo Stade de Reims nella capitale francese in un incontro che ha visto segnare per i campioni il leggendario Alfredo Di Stefano mentre Michel Hidalgo è stato parte dello sfortunato perdente che ha buttato via le prime due – vantaggio in porta.

Quindi, Parigi è un felice terreno di caccia per il Real dato che ha vinto due delle tre finali in città, ma quella sconfitta è arrivata contro gli avversari di sabato che mirano a raggiungere il secondo posto dietro gli spagnoli (13 titoli) nella classifica generale time list dei vincitori con una settima corona.

La decisione di Mbappe potrebbe continuare a mettere in ombra la preparazione dell’evento stesso, ma non dovrebbe togliere quella che è stata un’emozionante corsa verso la finale da entrambe le parti che ha prodotto un incontro alquanto inaspettato e una possibilità per il Liverpool di vendicare i propri 2018 crepacuore a Kiev.

SHARE