Maria Sole Ferrieri Caputi, il primo arbitro donna in Serie A

14

Ormai sembrerebbe certa la decisione da parte dell’Aia, guidata dall’ex arbitro Trentalange, di affidare anche ad un arbitro donna, le partite di serie A.

Maria Sole Ferrieri Caputi, nata a Livorno 32 anni fa è stata già protagonista in una partita di Coppa Italia che vide il Cagliari opposta al Cittadella e stasera il direttore di gara sarà impegnato nel dirigere la sfida tra FeralpiSalò e Palermo, gara di andata delle semifinali playoff di Serie C.

Nell’anno dei Mondiali in Qatar, dove sono state scelte per la prima volta tre arbitri donne, tra le quali la francese Stéphanie Frappart, modello che segue da sempre la Ferrieri Caputi, era ora che anche in Italia cadesse il muro del pregiudizio che le donne non potessero arbitrare ai massimi livelli il gioco del calcio.

Simpatico ed originale il racconto del suo esordio, quando a fine partita in categoria Esordienti Antignano Banditella-Sorgenti, nel gennaio del 2007, dopo aver espulso il portiere, venne aspettata fuori dal campo di gioco dalla madre dell’estremo difensore, senza però nessuna conseguenza.

Il Presidente dell’Aia ha dichiarato in proposito che se ci sarà la promozione del direttore di gara: “sarà per merito e non per privilegio”.

SHARE