VERSO LAZIO GALATASARAY, SARRI : “GARA IMPORTANTE. E’ IL GIRONE PIU’ DIFFICILE”

66

Partita fondamentale ai fini della classifica del Girone di Europa League, quella di domani tra la Lazio di Maurizio Sarri e il Galatasaray di Fatih Terim. Il tecnico biancoceleste presenta la sfida in Conferenza Stampa :

Domani la partita più importante di questo segmento di stagione? Quanto è cambiata la Lazio dall’andata?

“Gara importante, c’è in ballo l’ottavo di finale. Dovevamo ottenere la qualificazione, ora diventa fondamentale andare avanti e una vittoria ci consentirebbe di avere un paio di settimane per allenarci. Non succede da agosto. A tratti siamo cambiati, a tratti no, spero di vedere la nostra versione migliore. Sono in testa, non hanno mai perso o preso gol in trasferta. Sono in testa al girone più difficile dell’Europa League.”

Come sta Immobile?

“L’infortunio è di lieve entità, questo è l’aspetto positivo. Se giocherà faremo le nostre valutazioni oggi, vedremo se ce la farà o meno”. 

Cosa intende per programmazione?

“Quello che si intende in tutte le aziende del mondo, programmare le mosse per il futuro. Con il presidente ci parlo spesso, almeno un paio di volte a settimane, è successa anche in questo. Ci sono i presupposti, vediamo.” 

Come si mantiene l’ordine?

“Il livello di applicazione incide fortemente. Se la squadra perde applicazione escono fuori gare disordinate. L’obiettivo è farla diventare una costante. Con l’ordine è aumentata la qualità. Ora parola d’ordine è costanza.”

Può arrivare in fondo in Europa League?

“La fase a eliminazione diretta è sempre qualcosa in cui c’è dentro la fortuna. Nelle singole o nelle doppie partite la fortuna incide tanto, come nel sorteggio. Sicuramente è un’Europa League di livello superiore rispetto alle edizioni precedenti. Con la Conference il livello si è alzato, dalla Champions arrivano altre squadre di grandi livello. Andare avanti dipenderà da tantissimi fattori, bisogna pensare mai come ora turno dopo turno”

Zaccagni? Cosa gli chiede?

“Che continui a essere il vero Zaccagni. Ha avuto due-tre problemi che l’hanno condizionato, ora sembra in crescita di condizioni. Ha qualità e gamba, per noi è veramente importante. Speriamo che la sfortuna sia finita e che cresca ancora.”

PASSA LA PAROLA A HYSAY : 

A che punto è la Lazio di Sarri?

“Siamo migliorati tantissimo, si sta vedendo. Dobbiamo essere ordinati in campo, i gol li facciamo, diventa importante non prenderli. Dobbiamo fare bene in questo.”

Qual è la difficoltà maggiore nel seguire Sarri?

“A volte facciamo bene, altre meno. Ci vuole tempo, giocare alta con la difesa a metà campo bisogna essere perfetti e non sbagliare. Ci vuole tempo, ma siamo migliorati, in alcune partite è successo. Poi ne abbiamo presi 4, non va bene. Dobbiamo essere vicini, parlare e coprire meglio.”

C’è differenza tra destra e sinistra?

“La differenza c’è, sono destro di piede, a sinistra è più difficile. Da centrale non è ruolo mio, se devo giocarci però provo a farlo nel modo migliore possibile.”

Quanto cambia avere in porta Reina o Strakosha?

“Sono due portieri di livello, uno ha tanta esperienza, l’altro sta crescendo. Non fa differenza chi gioca, ci fidiamo di entrambi.”

Un giudizio su Immobile?

“Immobile è una rottura per tutti. Ci giocavo contro, è uno che dà fastidio, segna sempre, averlo in squadra è una cosa in più, penso sempre di più che sia uno dei più forti in giro adesso.”

Come te, la Lazio è arrivata al massimo ai quarti di Europa League. Si può arrivare alla fine?

 “Voglio andare avanti e vincere come tutti, nessuno può dire il contrario. Lo stesso vale per me, spero di andare il più avanti possibile.”

SHARE