VERSO LAZIO-GALATASARAY, TERIM : “MASSIMO RISPETTO PER LA LAZIO E SARRI, MA VOGLIAMO RESTARE PRIMI”

61

Fatih Terim si presenta in conferenza stampa dopo il suo portiere Fernando Muslera, per dire la sua sulla sfida importantissima di domani contro la Lazio :

Vogliamo sentire i suoi commenti sulla sfida di domani contro la Lazio…

“Lo dico in maniera neutrale, sceglierei senz’altro la gara Lazio – Galatasaray se dovessi decidere quella da vedere. Abbiamo dimostrato di essere una squadra giovane ma promettente, abbiamo contribuito ad alzare la qualità in Europa League e abbiamo fatto vedere agli appassionati un buon gioco. Entrambe le squadre hanno dimostrato di essere all’altezza di ottimo calcio. Credo che domani senz’altro sarà lo stesso scenario, ci attende una bella gara. Sarà come un match di playoff, uno spareggio. Potevamo esser venuti anche un po’ più tranquilli, contro la Lokomotiv abbiamo mancato tantissime occasioni e abbiamo subito un gol sfortunato. La Lazio forte, crea molto azioni, sono molto bravi nelle conclusioni. Riconosciamo la difficoltà della partita, un pareggio giocherà a nostro vantaggio. Sarà la partita della serata. Ho il massimo rispetto per la Lazio e Sarri, i giocatori stanno apprendendo la mentalità e il gioco del mister. Hanno qualità dei campioni, dimostreranno di esserlo. Sono orgogliosi della mia squadra, siamo attualmente i primi in classifica e vogliamo mantenerla”.

Ci può aggiornare un po’ sul suo stato di salute?

“Lunedì ho cominciato ad avere dei dolori nella zona di stomaco e intestino. Gastoenterite molto forte, ho passato la notte in ospedale. Ho preferito non divulgare notizie, ho fatto degli accertamenti, si è palesata la possibilità dell’intervento. Sono qui col permesso dei medici, sotto sorveglianza. Sono molto felice di esser potuto venire, di essere a fianco alla mia squadra. Ringrazio il mio medico e tutto il suo staff per il servizio eccellente. Possibilità di intervento? Al rientro verificheremo insieme se ci sarà la necessità. Ora sto bene”.

Cosa rappresenta l’Italia per lei? Quello che le è successo negli ultimi giorni può essere una spinta per i giocatori per far meglio?

“Sono molto felice di essere in Italia, la mia seconda patria. Ho moltissimi amici, è un paese che porto sempre nel cuore. Nei weekend mi guardo la Serie A, è diventato un campionato molto bello da vedere, c’è un altissimo livello di competizione. Ci sono tantissimi campioni, conosco molto bene anche le squadre. Mi fa piacere vedere tutto l’amore che mi arriva a partire dal momento in cui metto piede in Italia. Sono molto felice e orgoglioso che quest’amore sia rimasto intero nonostante siano passati tanti anni. Non è una fortuna che capita a tutti. La parola Terim suscita tutto quest’interesse e quest’amore nei miei confronti. I miei giocatori si sono molto dispiaciuti. Spero che mi faranno questo regalo. Sono un allenatore che non ha mai perso un allenamento, è molto raro che io non possa essere a fianco dei miei giocatori. Ci tengo a sottolineare che il Galatasaray è un club molto unito, passionale, siamo orgogliosi di far parte di questa società. Cerchiamo di far prevalere un clima d rispetto, d’amore. Coltiviamo una passione molto importante per ciò che facciamo. Credo che potremo essere finalmente quelli che festeggeranno, una vittoria domani sarebbe la prima cura”.

Sarri ha detto che lei è stato una sua fonte d’ispirazione. Questo le ha fatto piacere? Ha avuto modo di parlarne?

“Il pareggio ci basterà, ma non scendo in campo con questa filosofia. Ogni volta che scendo in campo lo faccio per la vittoria. La Lazio inizierà con un pressing molto forte, cercherà di metterci in difficoltà. Faremo del nostro meglio, vogliamo vincere e finire questo percorso come primi nel girone. Se noi scendiamo in campo pensando al pareggio, questo ci porterebbe lontano da un’eventuale vittoria e ci impedirebbe di mettere in campo ciò che abbiamo studiato. Entrambe le squadre faranno del nostro meglio. La Lazio ama il gioco offensivo e ha anche i giocatori che possono fare qualsiasi cosa in qualsiasi momento. Conosco il gioco di Sarri, per cui nutro un grande rispetto. Credo che sarà una bella gara intensa. Per quanto riguarda le parole di Sarri, questo m’inorgoglisce molto. È un allenatore per cui nutro stima. Non ne devo parlare io, con i suoi successi ha già provato le sue competenze. Un piacere guardare le sue squadre, vorrei vederlo sempre in posizioni più elevate. Giochiamo due partite in una, non abbiamo niente da perdere. Il nostro percorso è stato buono, concludere il girone al primo posto è un successo. I miei giocatori non hanno paura, sicuramente questo giocherà un ruolo importante. Domani metterò in campo ciò che mi avete visto fare anche quando ero tecnico della Fiorentina, tanta grinta”. 

SHARE